Eventi in Accademia dei Concordi - gennaio

440  2020

Accademia dei Concordi
Piazza Vittorio Emanuele II, 14 Rovigo 
tel. 0425/21654 - 27991 
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
INAUGURAZIONE del 440° ANNO ACCADEMICO
Sabato 25 gennaio 2020, ore 10.30
INAUGURAZIONE del 440° ANNO ACCADEMICO
Relazione annuale del Presidente, Prof. Giovanni Boniolo
Prolusione del prof. Francesco Sabatini (Presidente emerito dell’Accademia della Crusca): “Oggi è il popolo che apprezza di più l’italiano”
https://www.concordi.it/sabato-25-01-2020-inaugurazione-del-440-anno-accademico/

Gennaio 2020 - Insieme per la Shoah
Giovedì 23 gennaio 2020, ore 17.00
Conferenza per la cittadinanza “Il dovere di Ricordare”, prof. Riccardo Calimani
In collaborazione con Comune di Rovigo e Museo dei Grandi Fiumi
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Domenica 26 gennaio 2020, ore 17.00
(Stagione concertistica 2020 - Associazione Musicale "F. Venezze")
Film muto “Der Golem. Come venne al mondo” (1920)
regia di C. Boese e P. Wegener
Introduce Baroukh Maurice Assael
Accompagnamento musicale dal vivo della pianista Rossella Spinosa e della violinista Tamara Camargo Guarnieri

25 e 26 febbraio - appuntamenti al Teatro Sociale

suora2020

Stagione Lirica Teatrale

Sabato 25 gennaio ore 20.30
Cavalleria Rusticana
di Mascagni e
Suor Angelica
di Puccini 


replica del dittico
domenica 26 gennaio ore 16


Suor Angelica
La Chiesa ha sempre custodito – o nascosto – segreti che hanno disegnato inesorabilmente il destino degli uomini.
Così la vicenda di Suor Angelica si snoda fra le trame delle grate che evocano l'intreccio narrativo del dramma che separa la protagonista dal mondo.
Questo è uno spazio che racconta una vita nascosta che a sua volta nasconde un'altra vita: un segreto a cui è stato negato il sole della verità e che la Chiesa ha sapientemente ammantato di grazia.
Così nasce l'idea di ambientare la vicenda di Suor Angelica in uno spazio chiuso e oppresso dallo sguardo vigile, e forse anche giudicante, dei santi Pietro e Paolo, vegliardi di un mondo che volge lo sguardo all'altro mondo e custodi di vite che, sembrano dire, possono raggiungere il mondo reale solo attraverso il loro canto.
Cavalleria rusticana
Lo sguardo e la prospettiva visiva si allargano in Cavalleria rusticana. La piazza, lo spazio sacro e la luce rappresentano rispettivamente la società, la famiglia religiosa e i valori morali.
Tre ordini ascendenti scanditi dagli effetti di due delle tre virtù teologali che compaiono sulla scena: a sinistra la Carità e a destra la Fede.
La Fede evoca la fedeltà e la Carità evoca l'amore, inteso come passione cieca.
La ricerca della verità, il dubbio del tradimento e l'incertezza dell'esistenza umana sono concetti che si annidano nelle pieghe dei velluti e nella tela della “Deposizione”, quest'ultima desunta dalla tradizione pasquale palermitana, e insieme attendono l'azione scenica della revelatio, in cui la macchina scenica barocca, nella retorica della meraviglia, restituisce da un lato un'immagine apologetica della Chiesa che incensa se stessa, dall'altro evoca il tentativo umano di dare una forma concreta al mistero della Resurrezione, estetizzando l'invisibile con l'esclusivo obiettivo di dominare una comunità contadina attraverso il potere manipolante e manipolato dell'immagine divina.

fonte: ufficio stampa Comune di Rovigo

MAGGIO RODIGINO pronto il bando 2020

maggio 20
La presentazione giovedì 23 gennaio alle 17.30 in sala consiliare
C'è tempo fino all'8 marzo per presentare i propri progetti e far parte della rassegna 2020

Torna a sbocciare la primavera della cultura, ovvero il Maggio Rodigino, il mese dedicato agli eventi e alle iniziative culturali e di spettacolo che porteranno in città tantissimo entusiasmo, curiosità, voglia di scoprire i grandi nomi della letteratura, del giornalismo, della musica, dei fumetti.
Come ogni anno, anche per il 2020 è pronto il bando rivolto alle associazioni sportive e culturali, ai commercianti e ai singoli cittadini che vogliono presentare un proprio progetto per vederlo inserito nel ricco calendario di eventi della kermesse.
Il bando sarà presentato ufficialmente alla città giovedì 23 gennaio, alle 17.30, nell'aula consigliare del Comune di Rovigo, alla presenza di Virgilio Santato, presidente della Fondazione per lo Sviluppo del Polesine, e dell'assessore alla cultura del Comune di Rovigo, Roberto Tovo.
Sono ammessi alla partecipazione del Maggio Rodigino Associazioni, circoli, cittadini e attività commerciali. Ogni promotore potrà presentare un unico progetto. Partecipare è semplice: basta collegarsi al sito internet www.maggiorodigino.it e scaricare il modulo per presentare il proprio progetto. Il modulo andrà completato in ogni sua parte, salvato nominandolo “BandoMaggio Rodigino 2020 – nome del progetto”, e spedito via email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. insieme alla

Leggi tutto...

Sprint finale per il Giapponismo al Roverella

giapponismo

Domenica 26 chiude il Giapponismo, 
ultimi giorni per ammirare una delle due mostre più visitate nella storia di Palazzo Roverella.
Orari di apertura prolungati nell’ultimo week end.

Il Giapponismo al Roverella piace e convince. E i numeri lo mostrano al di là di ogni possibile dubbio: a domenica scorsa la mostra aveva superato ampiamente quota 40 mila ingressi, di fatto oltre 42 mila, con andamento che di settimana in settimana si è costantemente confermato in crescita. Segnale evidente che il passa-parola è stato, e continua ad essere, molto positivo. Come molto positivi sono stati, e continuano ad essere, i giudizi che sulla mostra hanno espresso su tutti i maggiori quotidiani italiani, gli esperti del mondo dell’arte.
Quest’ultimo aspetto, ovvero l’entusiasmo della critica, non è secondario: sta a significare che la mostra ha fatto doppiamente centro, ottenendo il plauso della critica e incontrando, allo stesso momento, il gusto del più ampio pubblico.
Il Giapponismo è, già ad oggi, la seconda mostra più visitata della intera

Leggi tutto...

"Incontriamoci a Teatro" - Villa Artemisia

artemisia 20

sabato 18 gennaio alle 21 e domenica 19 gennaio alle 16,30
12^ edizione della stagione di prosa “Incontriamoci a teatro”
Teatro “Al Duomo”
compagnia CIC El Canfin di Baricetta

“Villa Artemisia”
di Velise Bonfante.

La rassegna è organizzata dal Comitato provinciale di Rovigo della Federazione Italiana Teatro Amatori (Fita), in collaborazione con la parrocchia del Duomo ed il patrocinio di Provincia di Rovigo – RetEventi e Comune di Rovigo - Assessorato alla Cultura.

Il Centro Iniziativa Culturale (C.I.C.) El Canfin si è costituito nel 1991 per promuovere attività culturali ed artistiche finalizzate all’educazione e alla promozione umana e sociale. Poi l’amore per il teatro ha avuto il sopravvento e da allora il gruppo non si è più fermato. El Canfin ha cercato di mantenere un teatro di tradizione, in italiano e in lingua veneta, curato nelle scenografie e nei costumi, con adattamenti dei testi rispettosi degli autori, cercando sempre di crescere e migliorare nelle tecniche attoriali e nelle conoscenze tecniche.
Villa Artemisia, come riporta una nota degli organizzatori, è una divertente commedia giocata su scambi di ruolo, equivoci e fraintendimenti. La Contessa Artemisia parte per una crociera sul Nilo

Leggi tutto...