Da "Sistema Nazionale Protezione per l'Ambiente" suggerimenti per la Moda e sviluppo sostenibile

  • Stampa
snpa 19

SNPA ha pubblicato alcune riflessioni e suggerimenti contro la “globalizzazione dell’indifferenza”.
La moda “usa e getta” è un business ampio e sofisticato alimentato da un sistema produttivo frammentario e a bassa tecnologia, i bassi costi e gli alti profitti hanno sempre costituito, per il comparto della moda, una priorità rispetto alla sostenibilità ambientale e sociale.
Dobbiamo dare un calcio alla fast fashion, questo non sarà d’aiuto solo per l’ambiente ma anche per noi stessi. Il primo passo da fare, anche il più semplice, è fare durare più a lungo i nostri abiti, utilizziamo quello che abbiamo nel nostro armadio e prendiamoci cura dei nostri capi, ripariamoli, rimettiamoli a modello, scambiamoli con gli amici e trasmettiamoli da una generazione all’altra.
Aumentando la vita dei nostri abiti potremmo ridurre gli impatti sull’ambiente, raddoppiando l’uso dei nostri vestiti da un anno a due anni possiamo ridurre le emissioni di gas ad effetto serra di più del 24% per anno, al tempo stesso, possiamo risparmiare energia. Lo stesso se acquistiamo vestiti di seconda mano. Se, invece, abbiamo bisogno di acquistare nuovi capi, scegliamo quelli con marchio ecologico che garantiscono una maggiore sostenibilità ambientale e durabilità del prodotto.
Ti invitiamo a leggere la pagina del sito