OPPORTUNITA' ALLA PARI IN EUROPA

alla pari
Il lavoro “alla pari” coinvolge migliaia di persone in Europa e non solo: si pensi ad esempio che ogni anno in Inghilterra vengono collocati circa 30.000 stranieri, in Francia 20.000, in Germania 5.000 e in Italia 3.000.
La permanenza di questo successo deriva dalla combinazione di alcune connotazioni dell’attività: quella formativa (“vado per migliorare la mia preparazione linguistica”); quella filantropica (“vado a fare qualcosa di utile agli altri”); quella pratica (“poiché ho pochi soldi, vado spendendo il meno possibile e magari per guadagnare qualcosa”); quello della sicurezza (“vado lontano da casa ma in una situazione strutturata e sicura”).
Mentre si aspetta di partire non è male tenersi in contatto con i propri “ospitanti”. Dopo avere trovato un’intesa con la famiglia via telefono, lettera e email, c’è da firmare un accordo di lavoro. In genere l’agenzia vi potrà aiutare nel redigere il contratto. A volte può capitare di ricevere semplicemente una lettera di invito da parte della famiglia ospitante e allora dovrete essere voi a pretendere un accordo scritto.
Al momento di partire è necessario portare con sé la carta d’identità per i Paesi dell’U.E., invece il passaporto per gli altri. Per i Paesi extra U.E. è necessario il permesso di lavoro o il visto per scambio culturale (ad esempio in U.S.A.).
Nonostante non si debbano mettere in conto grandi spese, è sempre meglio avere una certa quantità di denaro personale, anche per garantirsi un minimo di indipendenza dallo stipendio della famiglia, che comunque non sarà mai elevato. Una carta di credito oppure un bancomat abilitato per l’estero permettono di accedere sempre e velocemente ai contanti. Inoltre, in caso d’emergenza, i vostri genitori possono farvi arrivare dei soldi entro lo stesso giorno tramite bonifico telegrafico.
Normalmente il viaggio di andata è a carico del lavoratore “alla pari”, mentre per il ritorno, soprattutto per soggiorni lunghi (un anno), è abbastanza comune che sia la famiglia ospitante a provvedere.
È da tener conto inoltre che bisognerà provvedere personalmente al pagamento del corso di lingua, nel caso si abbia intenzione di frequentarlo. Attenzione: il costo della vita può variare notevolmente da quello abituale (un cappuccino a Londra costa 3 Euro, il treno TGV tre volte quello di casa, mentre la telefonata dall’Olanda all’Italia costa solo la metà e la discoteca tedesca è gratis).
Agenzie italiane
Genova A.R.C.E.: www.arceaupair.it
Torino Welcome Agency: www.welcomeagency.it
Torino API - AU PAIR IN ITALY http://ape-aupaireducation.it/
Torino CELTIC CHILDCARE AGENCY www.celticchildcare.com
Gallarate (VA) 3 Esse Agency: www.3esse.com
Milano WEP World Education Program: www.wep-italia.org
Milano BEC - British European Centre: www.becasse.it
Padova MB - Scambi Culturali: www.mbscambi.com
Alano di Piave (BL) AU PAIR EUROPE www.aupaireurope.it
Bologna STI Study Travels International: www.stitravels.com
 
Santellero Pelago (FI) AU PAIRS www.aupairs.it
Roma Cultural Care Au Pair www.culturalcare.it
Roma Euroma www.euroma.info
Napoli Steps: www.assteps.it
 
Capoterra (CA) Indirizzo Inghilterra: www.indirizzoinghilterra.it

Altri indirizzi e informazioni utili si trovano in:
www.informagiovaniroma.it/estero/approfondimenti/studiare-all-estero/lavorare-alla-pari

fonte: muoversi.eu
 

Breve guida per lavorare alle Nazioni Unite in una delle varie agenzie ONU

onu

Il vostro sogno è lavorare in un’ organizzazione internazionale come le Nazione Unite, ma non sapete come?
Ecco una parte degli organismi che compongono questa sistema e noi vi diremo consigli utili per entrare a farne!
ONU
Si occupa di trovare soluzioni a problemi di portata internazionale, ossia: mantenimento della pace, relazioni amichevoli tra gli Stati fondate sul rispetto del principio di uguaglianza dei diritti e dell’autodeterminazione dei popoli, collaborazione in campo economico, sociale, culturale ed umanitario.
Il sistema delle Nazioni Unite è costituito dal: Fondo Monetario Internazionale, Banca Mondiale e da tredici organizzazioni indipendenti, ciascuna delle quali ha competenza in diversi settori, tutte sono ricollegate all’ONU che le coordina e controlla.
Per saperne di più potete visitare il sito: www.unsystem.org
Che caratteristiche devono avere i candidati che sognano di lavorare alle Nazioni Unite ?

Leggi tutto...

Fiere del lavoro in Belgio, Francia, Germania, Irlanda e Regno Unito

cibanner-jobs
Questa settimana segnaliamo le seguenti fiere del lavoro:


Belgio
  • 30.11.2055: Top Women Summit, Bruxelles


Francia
  • 17.11.2015: Forum Emploi Transport De Marchandises/Voyageurs, Logistique, Paris
  • 19.11.2015: Forum Descartes, ESIEE Paris
  • 25-26.11.2015: Forum en ligne CATALYZ
  • 27.11.2015: Forum Emploi Évry Centre Essonne, Évry
  • 01.12.2015: Forum Perspectives, Lyon

Germania
  • 19.11.2015: Online-Karrieretag Berlin
  • 19.11.2015: VDI Nachrichten Recruiting Day, München
  • 25.11.2015: WIK-Leipzig
  • 26.11.2015: Jobvector Career Day, Düsseldorf
  • 30.11-01.12.2015: Career Venture women fall 2015, Seeheim

Irlanda
  • 25.11.2015: Voices from ... IT - Consultancy, Software & Data Science, Trinity College, Dublin

Regno Unito
  • 16.11.2015: Law Fair, Newcastle
  • 18.11.2015: Sheffield Legal Fair
  • 19.11.2015: Career and Opportunities Fair, Bolton
  • 20.11.2015: Graduate Recruitment and Placement Fair, University of Sunderland
  • 24-25.11.2015: Law Fair, Durham http://www.prospects.ac.uk/events.htm
  • 27-28.11.2015: The National Engineering & Construction Recruitment Exhibition, Birmingham
  • 30.11.2015: Compass Jobs Fair, London  

fonte: Muoversi: Newsletter di Eurocultura





Interessati al “verde” in Germania

La Germania è il paese europeo che ha puntato di più sull’energia "verde".
Disseminati in tutta la Repubblica Federale si trovano impianti per la produzione di eolica, solare, fotovoltaico e biogas.
Attualmente circa 400.000 Mitarbeiter lavorano nel settore delle energie rinnovabili. Nel 2020 si stima che la cifra totale supererà i 500.000 e forse raggiungerà i 600.000.
Le prospettive sono particolarmente positive nel settore eolico, in quello del biogas e in quello della geotermia.
Al contrario non fanno prevedere grandi sviluppi il settore solare e quello idroelettrico.
Il primo passo per capire questo mercato del lavoro è visitare il portale tedesco del Centro per l’impiego, dove sono elencate tutte le offerte di lavoro aperte presso l’ufficio e tante altre provenienti dai portali del lavoro indipendenti dall’ente federale.

Leggi tutto...

Tirocini alla World Trade Organization.

 La WTO – World Trade Organization offre tutto l’anno la possibilità di candidarsi per dei tirocini retribuiti presso la sua Segreteria a Ginevra, in Svizzera. La durata massima dei tirocini è di 24 settimane ed è prevista una retribuzione giornaliera di 60 franchi svizzeri (pari a circa 50 euro). Per fare domanda è necessario: avere un’età compresa tra i 21 e i 30 anni; essere in possesso di una laurea triennale in una disciplina affine alle attività della WTO, ad esempio Economia, Legge, Scienze Politiche, Relazioni Internazionali; aver frequentato almeno il primo anno di un corso di laurea magistrale. Tutte le informazioni su come candidarsi si trovano sul sito www.wto.org.