Stage all'estero

mondoxstage

 fonte immagine: www.voglioviverecosi.com

 

STAGE ALL'ESTERO

Che cos'è

Lo pronunciano quasi tutti all'inglese ma la sua pronuncia corretta è alla francese e nel suo significato originario "stage" sta per "tirocinio".
Si tratta di un periodo di tempo da trascorrere in un’azienda o in un ente, allo scopo di iniziare la propria formazione professionale.
È un rapporto flessibile, regolato da leggi ministeriali, la cui durata varia per tipologia.

 

Come e perché
Uno stage all'estero, è un ottimo mezzo per farsi le ossa, un'occasione per chi vuole cominciare a muoversi in un contesto internazionale e aprirsi a nuove prospettive...
Il rovescio della medaglia è che anche all’estero come in Italia gli stagisti lavorano "gratis" e solo in casi eccezionali ricevono un rimborso spese.
Ma è possibile che dopo lo stage tu possa continuare in altro modo la collaborazione con l'azienda o l'ente presso cui hai lavorato: uno stage all'estero può essere un ottimo trampolino di lancio.
E comunque la tua esperienza sarà certificata da un attestato che acquisterà valore di credito formativo e che potrai annotare sul tuo curriculum.

Le strade che puoi seguire per trovare uno stage all'estero sono due:
La prima consiste nell'inviare direttamente alle aziende straniere che ti interessano.

La seconda, nell'informarsi su enti istituzionali o associazioni internazionali culturali e studentesche, che organizzano stage oltre confine e hanno già dei contatti con aziende straniere disposte a prendere stagisti. Quest'ultima via è più semplice e dà in genere buoni risultati.
I requisiti di base sono un buon curriculum scolastico e la conoscenza della lingua del Paese.

Nota bene!
Informati bene sull'azienda che ti ospiterà e sulle attività che andrai a svolgervi… potrebbe capitarti di finire in un posto dove ti venga richiesto di fare semplicemente fotocopie, spedire fax, rispondere al telefono o fare da pony express!
Se così fosse, non disperare: avrai comunque modo di perfezionare la lingua, conoscere aspetti di una realtà di lavoro diversa o magari conoscere qualcuno che ti apra orizzonti inaspettati…

 

fonte: www.progettogiovani.pd.it