Agricoltura sociale - bandi per 1830 volontari

813017234

Pubblicati due bandi, che si rivolgono all'agricoltura sociale, per la selezione complessivamente di 1.830 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale, nell'ambito delle finalità istituzionali individuate dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali.
Un primo bando prevede la selezione di 489 volontari di servizio civile che saranno impegnati in 47 progetti, mentre un secondo bando prevede la selezione di 1.341 volontari da impiegare in 150 progetti di servizio civile per l’attuazione del Programma Operativo Nazionale “Iniziativa occupazione giovani” – PON IOG, (Garanzia Giovani).
In particolare, questo secondo bando è dedicato ai giovani NEET, cioè giovani non occupati e non inseriti in percorsi di istruzione e formazione e si inserisce nelle strategie di contrasto alla disoccupazione giovanile tracciate a livello europeo.
I progetti riguardano sia il settore dell’educazione e promozione culturale – dai temi alimentari a quelli ambientali e della biodiversità – sia il settore dell’assistenza, per favorire l’inserimento lavorativo dei giovani nell'agricoltura.
Le domande di partecipazione, redatte secondo le indicazioni contenute nei due bandi, devono essere indirizzate direttamente all'ente che realizza il progetto prescelto e devono pervenire allo stesso entro e non oltre le ore 14.00 del 5 febbraio 2018.

sito Associazione InformaGiovani

SERVIZIO CIVILE REGIONALE


L'esperienza di volontariato nell'ambito del Servizio Civile è proposta anche dalla Regione Veneto, nella sua competenza territoriale.
La Regione Veneto ha infatti istituito il Servizio Civile Regionale con legge n. 18/2005
. L'iniziativa si propone come esperienza di cittadinanza attiva, per la durata di un anno, sia per i ragazzi che per le ragazze.
Questa è la pagina del sito 
dove puoi trovare informazioni specifiche.
Le aree individuate dove è possibile svolgere la propria opera sono: assistenza e servizio sociale, valorizzazione del patrimonio storico, artistico e ambientale, promozione e organizzazione di attività educative e culturali, economia solidale e protezione civile. 
L'impegno, di 20 ore settimanali, prevede un compenso giornaliero di euro 10,00.
Per avere ulteriori informazioni puoi rivolgerti presso l'ufficio Servizio Civile - tel. 041 2791439

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

SCNlogo

Il Servizio Civile è la possibilità di dedicare 12 mesi della propria vita a sè stessi e agli altri: formandosi, acquisendo conoscenze ed esperienze e maturando una propria coscienza civica. Il tutto attraverso l'agire concreto all'interno di progetti di solidarietà, cooperazione, assistenza.
 
Il Servizio Civile è gestito dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile, sotto la Presidenza del Consiglio dei Ministri; il sito del Dipartimento è la fonte di informazione ufficiale per conoscere il funzionamento del Servizio, l'elenco degli Enti accreditati a presentare progetti, le date di uscita dei bandi di selezione e l'elenco dei progetti disponibili su tutto il territorio nazionale. Regioni e Province autonome hanno il compito di valutare i progetti e svolgere attività di controllo. 
 
Gli Enti promotori dei progetti, che possono essere sia soggetti pubblici che privati, devono operare in uno degli ambiti previsti e impegnarsi a rendere possibile lo svolgimento del servizio presso le proprie sedi; sottoscrivono la Carta Etica riconoscendo ai volontari il diritto di essere impegnati per le finalità del progetto e di essere coinvolti in un processo formativo per accrescere il proprio patrimonio di competenze. 
 
Come nasce un progetto
L'Ente interessato ad accogliere volontari, per poter presentare la richiesta di accreditamento, non deve avere scopo di lucro e deve dimostrare di possedere capacità organizzativa per la gestione dei progetti di Servizio Civile Volontario.
 
Dopo la procedura di accreditamento, gli Enti prendono parte alla fase di presentazione dei progetti, elaborando i propri progetti di impiego dei volontari e presentandoli secondo le scadenze stabilite dal Ministero. I progetti vengono valutati dall'Ufficio Regionale per il Servizio Civile; le schede-progetto devono descrivere nel dettaglio:
 
  • Obiettivi e contenuti dell'attività proposta
  • descrizione delle specifiche attività previste
  • numero dei volontari impiegati e loro condizione rispetto a vitto e alloggio
  • tempi e modalità di svolgimento del servizio (orari eparticolari obblighi o condizioni)
  • percorso formativo generale e di addestramento speci previsto per i volontari
Successivamente all'approvazione dei progetti, l'Ufficio Nazionale propone un bando al quale possono rispondere giovani che al momento di presentare la domanda hanno un'età compresa fra i 18 anni (compiuti) e i 28 anni.
 
Data aggiornamento: 
18 Maggio 2017

fonte: Informagiovani di Torino