IBO CERCA VOLONTARIE/I PER IL GRANDE CAPPELLO DEI BUSKERS





 

 





24-07-2017

                                                





In occasione del Ferrara Buskers Festival – 17-27 agosto 2017 – IBO Italia cerca giovani volontari e volontarie per il Grande Cappello

Alle porte di ingresso del Festiva i volontari/e faranno accoglienza del pubblico, daranno informazioni e, soprattutto, inviteranno a lasciare una libera offerta per il IBO e il progetto di cooperazione internazionale in Tanzania.

I volontari condivideranno questa bella esperienza di volontariato con altri giovani di Ferrara, ma anche con gruppi di volontari provenienti da varie parti d’Italia e del mondo. Si richiede di provvedere in autonomia a vitto e alloggio. L’impegno è richiesto a Ferrara nelle giornate del 19, 22,23,24, 25 e 26 agosto dalle 18 alle 24; il 20 e 27 agosto dalle 16 alle 20.

I volontari del Grande Cappello sono invitati per un saluto di presentazione sabato 19 agosto, alle 10.30, presso la sede IBO in via Montebello 46/a, Ferrara.

Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. – tel. 0532 243279

                                                 

 

A PADOVA workshop: Disegna e cuci il tuo Scarebò

I workshop di MAC









workshop di MAC – Makers, artisti, creativi proseguono con il laboratorio “Disegna e cuci il tuo Scarebò“, per riflettere sulle proprie paure per convertirle in un oggetto buffo utilizzando il disegno e le stoffe. Il workshop è a cura di Eleonora Grassi.Il workshop si svolgerà mercoledì 19 luglio e mercoledì 26 luglio, presso lo Spazio 35 al piano terra del Centro Culturale Altinate San Gaetano. La partecipazione è gratuita, ma è necessaria la registrazione online. Il laboratorio è rivolto a un massimo di 10 partecipanti.

Registrati al workshop

I contenuti del workshop

Scarebò” è un termine tutto inventato, frutto della rielaborazione di alcune parole, poi lette in maniera sbagliata. Scarebò infatti deriva dal termine inglese “scare-crow” letteralmente “spaventapasseri” e dall’espressione onomatopeica e fanciullesca sempre inglese per indicare i mostri: “boo”. “Scare-boo” che diventa Scarebò, letto all’italiana, rimanda anche all’idea dello scarabocchio. Lo Scarebò dunque è uno spaventamostri. Tutti possono creare il proprio Scarebò, basta saper scarabocchiare e avere qualche paura da raccontare.

Si chiede ai partecipanti di trovare a casa stoffe, scampoli, abiti vecchi e portare con sé durante gli incontri anche forbici, fogli, colla, giornali/riviste, matite, colori, spilli, carta lucido, stoffe, fili, aghi e altri materiali che possono essere di aiuto per la realizzazione del proprio personale Scarebò.

Mercoledì 19 luglio, dalle 16:00 alle 18:00

  • discussione e condivisione spontanea riguardo il tema delle paure (da quelle realistiche alle più bizzarre!);
  • i partecipanti sono invitati a dare forma alle loro paure: oggetti, immagini, colori, materiali…;
  • realizzazione della prima bozza dello Scarebò tramite disegno, collage, tecnica mista.

Mercoledì 26 luglio, dalle 15:00 alle 17:00

  • la creazione del disegno definitivo;
  • scomposizione del disegno in parti da trasporre poi su stoffa;
  • trasposizione del disegno scomposto sulle stoffe.
La fase finale di realizzazione dello Scarebò (imbottitura e cucitura) si terrà la prima settimana di agosto. Le modalità e i tempi di questo ultimo incontro verranno concordati con la formatrice Eleonora Grassi.



Eleonora Grassi



Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani via Altinate, 71 – 35121 Padova Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Campus Party - la manifestazione internazionale sull’innovazione sbarca in Italia

FARFA
Nata in Spagna e divenuta internazionale, quest’anno fa tappa in Italia dal 20 al 23 luglio 2017 alla Fiera Congressi di Milano.
All’evento parteciperanno più di 2000 giovani talenti dai 18 ai 28 anni, ma anche università, aziende, istituzioni e community, purché siano aperte alla creatività. Un’esperienza unica dove verranno trattati temi di Business, Coding, Creatività, Entertainment, Tecnologia e Scienza.
Quattro giorni di full-immersion in hackaton, presentazioni, interviste e workshop con relatori di spicco del panorama nazionale ed internazionale. Inoltre makers e aziende esporranno soluzioni e progetti all’avanguardia.

VEDI IL SITO DEDICATO

Rassegna estiva di Musica, Teatro e Danza a Padova

castello2017
CASTELLO ESTATE 2017
Rassegna estiva di Musica, Teatro e Danza
Padova, piazza Castello
 
Riapre al pubblico anche per l'estate 2017 il Castello Carrarese, uno dei più importanti beni storici, architettonici, artistici e militari di Padova. L'antico edificio sorge sull'area che un tempo ospitava il castello fatto costruire da Ezzelino III da Romano, tiranno della città dal 1237 al 1256, come perno difensivo della cinta muraria duecentesca.
 
Dal 5 luglio al 3 agosto 2017 la piazza d’armi dell’antico edificio ospiterà “Castello Estate 2017”, una ricca rassegna di spettacoli, organizzata dal Comune di Padova - Settore Cultura, Turismo, Musei e Biblioteche in collaborazione con Scuola di Musica Gershwin e Veneto Jazz, con la partecipazione dell’Orchestra di Padova e del Veneto, Solisti Veneti e Osservatorio astronomico di Padova, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Mediasponsor: Marcolongo pubblicità.
 
In scena le stelle della musica jazz e classica, della lirica, del teatro tradizionale e contemporaneo, con nomi che vanno dai Tarantolati di Tricarico nel loro "Terra che Trema" Summer Tour, ad Alessandra Pascali, Andrea Pennacchi, NOA, dai dervisci rotanti del Galata Mevlevi Ensemble a Michele Placido, I Solisti Veneti del Maestro Claudio Scimone e l'OPV-Orchestra di Padova e del Veneto diretta dal Maestro Marco Angius, per un totale di nove serate di grande interesse.
 
Alla rassegna si affiancherà un programma di visite guidate e aperture al pubblico.
Le visite guidate, a cura delle associazioni La Torlonga onlus e Comitato Mura di Padova, comprendono due itinerari differenti, con eventuale escursione in battello, e sono a prenotazione obbligatoria:
LA REGGIA RITROVATA. IL CASTELLO CARRARESE E IL CARCERE CHE LO NASCONDE
Associazione Comitato Mura di Padova
Per informazioni e prenotazioni: tel 340/6884564 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
I SEGRETI DEL CASTELLO E LE DIPINTE PRIGIONI
Associazione La Torlonga onlus
Per informazioni e prenotazioni: tel 349/6855584 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Il Caffè Storico Pedrocchi di Padova sarà partner dell’evento ed effettuerà un servizio bar durante gli spettacoli in calendario.
 
Programma

Leggi tutto...

Sorsi d'Autore 2017

sorsiDautore
Sorsi d'Autore 2017, la manifestazione che da 18 anni unisce letteratura, vino e arte in Veneto, continua questa settimana con ospiti d'eccezione. Di seguito il programma dettagliato.

30 GIUGNO 2017
Villa Farsetti - Santa Maria di Sala (VE)
ORE 18.30
Degustazione guidata dai sommelier AIS. Verrà degustato il vino Terra dei Ciliegi di TOMMASI.
Prenotazione obbligatoria entro il 29 giugno alle ore 18.00.
ORE 19.30
Visita guidata alla Villa.
Ingresso gratuito
Per prenotazioni: 347.4156093, oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
ORE 21.00
MILLY CARLUCCI presenterà il suo libro Il meglio di te (Sperling & Kupfer, 2017), in cui raccoglie metodi e accorgimenti, sperimentati personalmente negli anni, per mantenersi in forma, curare il proprio aspetto e trovare ogni giorno energia ed entusiasmo.
Modererà Cinzia Tani.
Durante l'incontro con l'autrice verranno degustati i vini Amarone della Valpolicella Classico e Le Fornaci - Lugana di TOMMASI.

2 LUGLIO 2017
Villa Badoer - Fratta Polesine (RO)

Leggi tutto...

4Franz Festival – OPV e le Sinfonie di Schubert a Padova

padovaSc
Padova, dal 28 giugno al 3 agosto 2017


Il Festival si aprirà mercoledì 28 giugno alle 21 al Teatro Giardino di Palazzo Zuckermann (corso Garibaldi nr. 33) e si chiuderà giovedì 3 agosto alle 21:15 al Castello dei Carraresi (piazza Castello) attraverso un tragitto che, dalla celeberrima “Incompiuta”, approda nel finale alla mastodontica Sinfonia n. 8, nota come “La Grande”.


Il percorso sarà impreziosito dalla prima esecuzione italiana dei Drei Stücke per pianoforte orchestrati da Richard Dünser, scelti proprio per aprire la nuova rassegna e mostrarne uno dei lati più distintivi: il connotato cameristico di tutta la musica di Schubert. Come il suo contemporaneo Beethoven, anzi in modo ancor più drammatico, Schubert non ascolterà nessuna delle sue sinfonie durante la sua breve vita. Eppure il suo stile così peculiare nell'uso degli ostinati e nelle infinite digressioni armoniche, apre le porte alle forme sinfonica di Mahler e Bruckner in particolare.

Così i suoni di Schubert si proiettano idealmente nello spazio cosmico che ci attornia.

PROGRAMMA

Leggi tutto...

Le meraviglie del Liberty in 200 capolavori

Dal 23 giugno al 7 gennaio a Trieste opere dal Museo di arti decorative di Praga

ansa


Le opere più significative della collezione, in grado di far rivivere le atmosfere della Belle Epoque e l'avvento del 'modernismo'. Anni cruciali in cui si consumò una sorta di rivoluzione ed emancipazione delle arti in risposta alla sollecitazione delle mutate esigenze estetiche e spirituali. Del resto, il Liberty (in ceco Secese), l'ultimo degli stili universali espresso dall'Occidente a cavallo tra il XIX e il XX secolo in grado di segnare con i suoi tipici elementi figurativi l'architettura, la pittura, la scultura e il mondo multiforme delle arti decorative, ebbe proprio a Praga e in Boemia uno dei suoi centri di sviluppo più rilevanti e originali. Non meraviglia dunque che tocchi a Trieste, città mitteleuropea per eccellenza, di presentare in anteprima queste opere capitali del Liberty ceco.

Dalle pitture alle litografie, dai manifesti ai gioielli, dagli stupefacenti vetri alle ceramiche, dai mobili ai tessuti, dall'abbigliamento e dalla biancheria agli oggetti da tavola, la rassegna triestina vuole rievocare il mondo della Belle Epoque e di una borghesia alle prese con un progresso dirompente. Che da una parte rincorre, basti pensare all'emancipazione femminile, ai trasporti, le comunicazioni, la corrente elettrica, ma da cui vuole difendersi, combattendo l'eccesso di industrializzazione e la cultura meccanizzata di massa, con il ritorno all'industria artistica e a un artigianato di pregio. Le arti applicate ebbero infatti un ruolo centrale, divenendo una componente importante del processo di trasformazione ed elemento chiave nella riforma della vita quotidiana.

Allestiti al Castello di Miramare, accanto ai capolavori d'arte decorativa

Leggi tutto...